La cura

Le chiacchiere non hanno mai avuto su di me grossa attrattiva.

Le parole, quelle mi sono piaciute sempre. Perché le chiacchiere lasciano solo il tempo che han trovato, le parole invece sanno come fare per restare.

Le chiacchiere sono sempre vili. Belle o brutte, le parole hanno sempre dignità. E ciascuno ha la propria favorita. La mia ci ho messo tempo per trovarla, nel senso che era lì ma ben nascosta, così che io non la vedevo. La mia parola è cura, quella si chiede e quella che bisogna dare.

La mia parola è cura, perché tutti dovremmo avere chi di noi ne abbia e se ne prenda. Di tutte le parole cura è la più nobile, perché è un insieme di cose indispensabili.

È una carezza sulla nuca mentre sei di spalle, è lo zucchero in un caffè che non hai richiesto, è prenderti per mano perché in braccio pesi troppo; è un sorriso quando stai girato, è un vaffanculo quando stai girato, ché quando è troppo è troppo.

Ed è restare in silenzio quando non puoi fare altro. Quando non sai fare altro.

Ecco, io credo fermamente che il pacchetto base della nostra vita dovrebbe includere qualcuno che di noi si prenda cura.

 

2 pensieri su “La cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.