Chi sono

Nasco a Salerno nel 1985.
Nel 2004 ottengo una maturità scientifica dignitosa, a dispetto delle mie attitudini umanistiche e di un consolidato odio nei confronti della matematica.

Dal 2014 vivo stabilmente a Maiori, in costiera amalfitana, terra in cui sono cresciuta e che amo alla follia.

Mi piace ascoltare musica e leggere, ma non tutto. Dalle prime cinque note o righe decido se andrò avanti e in genere non concedo seconde possibilità.

Se dovessi scegliere un brano e un libro da portare su un’isola deserta, non avrei dubbi: Streets of Philadelphia di Bruce Springsteen e Non ora, non qui di Erri De Luca. Certo, non vedo perché dovrei finirci su un’isola deserta.

Mediamente ipocondriaca, mi diletto nel diagnosticarmi malattie inserendo i sintomi su Google.
Pedalatrice professionista di biciclette che ho voluto, nel tempo libero imbastisco paranoie e racconti; da uno di questi prende vita Voglia di fragole (manuale serissimo di sopravvivenza al desiderio di maternità), il mio primo libro.

Mi piacciono la pizza, il caffè con la scorza di limone, i tramonti e i fiori di gaggia.